Al momento stai visualizzando Il Giacinto famoso fin dall’antichità

Il Giacinto famoso fin dall’antichità

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:Pietre
  • Commenti dell'articolo:0 Commenti

Il Giacinto o Zircone nobile è una gemma conosciuta fin dall’antichità, appartiene alla famiglia dei corindoni. La sua trasparenza e brillantezza lo paragona a quella del Diamante ma di fatto si tratta di un’altra pietra. La sua durezza di 8 su scala Mohs lo rende ottimo per essere tagliato come il Diamante. Contiene ferro, afnio, rame e talvolta uranio.

Il suo colore è rosso ma si presenta anche marrone, arancione e giallo. La sua brillantezza si perde se si avvicina a fonti di calore oppure secondo le leggende se si avvicina una tempesta.

Al giorno d’oggi è una gemma rara che viene usata per creare gioielli di lusso.

La pietra è estratta in Sri Lanka, sull’isola del Madagascar, in Vietnam, negli Urali meridionali, nei paesi scandinavi, in Brasile ma i pezzi più grandi provengono dal mare russo.

In India è stato usato fin dall’antichità per un gioiello talismano particolare per la buona sorte: il navaratna, dove sono incastonate nove pietre ognuna con la sua proprietà specifica e colore, tra cui il Giacinto.

Una leggenda greca racconta che Giacinto era un bel giovane, atletico, figlio del Re di Sparta che aveva un particolare legame col dio Apollo. Un giorno Apollo lanciò un disco e Giacinto si precipitò a prenderlo ma il dio del vento Zephir, invidioso del loro rapporto, fece in modo che il disco colpisse la testa del giovane uccidendolo all’istante. Apollo distrutto dal dolore trasformò il suo sangue in gemme e il suo corpo in fiori, entrambi denominati Giacinto.

Un fatto curioso è che l’Elisir di Giacinto veniva venduto in antichità in quelle che erano le farmacie dell’epoca, come medicinale eccezionalmente funzionale.

In Cristalloterapia si usa per stimolare le capacità mentali e per spronare lo studio verso le scienze.

Nelle leggende del passato si riporta che oltre a stimolare l’intelligenza, protegge i mercanti dalle truffe, stimola la creatività degli artisti, migliora la circolazione sanguigna, solleva dalle angosce e placa la depressione ma…porta ad una vita di solitudine e infelicità in amore.

Come tutte le pietre ha le sue affinità, mai con Malachite, Opale, Onice, Rubino e Pietra di Luna. Come per il metallo da incastonatura, non vuole il rame altrimenti annulla i suoi potenziali benefici.

Lascia un commento