Al momento stai visualizzando Il Rubino leggendario del Principe Nero

Il Rubino leggendario del Principe Nero

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:Storia
  • Commenti dell'articolo:0 Commenti

Il Rubino del Principe Nero è una gemma rossa di 170 carati che appartiene ai reali inglesi dal 1367. Il Principe Nero era il principe di Galles Edoardo di Woodstock, chiamato così perché portava un’armatura nera.

Inizialmente la gemma era di proprietà del sultano musulmano di Granada, Muhammad VI. Tesogli un agguato a Siviglia per ordine del re castigliano Pietro I, nel perquisire il cadavere gli trovarono addosso il gioiello. Fu così che nel 1362 la gemma divenne parte dei gioielli della corona di Spagna. Dovendo affrontare una guerra civile interna il re chiese aiuto agli inglesi, così i conflitti spagnoli cessarono e il Principe Nero ottenne la sua ricompensa tra cui il Rubino. Solo nel 1415 con Enrico V troviamo la gemma inventariata tra i gioielli reali inglesi e si dice che lo stesso re lo abbia portato incastonato nell’elmetto durante la guerra dei cent’anni (1337-1453).

Nei primi anni del XVII secolo, Giacomo I fece incastonare la gemma nella corona imperiale di stato, dove rimase fino ai tempi di Oliver Cromwell. Con l’eccezione del trono di re Edoardo, Cromwell fece smontare tutti i gioielli della corona, ne vendette le pietre e fece fondere il metallo per coniare delle monete. Un gioielliere britannico comprò il Rubino del Principe Nero che fu poi rivenduto a Carlo II quando la monarchia fu ripristinata nel 1660.

Con gli strumenti di gioielleria moderni oggi sappiamo che non si tratta di un Rubino, bensì di uno Spinello di durezza 7-8 su scala Mohs. Attualmente è incastonata sulla fronte della corona imperiale britannica in un ornamento d’oro e quasi tremila gemme preziose, tra le quali si annoverano le più leggendarie, come il Diamante di Cullinan II (detto anche Stella d’Africa), per chi non lo sapesse è il più grande diamante grezzo mai ritrovato, con un peso di 3.106,75 carati. Oltre al Culligan II è presente nella corona anche lo Zaffiro di Sant’Edoardo, fatto incastonare dalla Regina Vittoria al centro della croce posta sulla sommità della corona, e il meraviglioso Zaffiro Stuart, una volta sulla parte anteriore della corona, ma ora spostato nella parte posteriore.

Ad oggi la Corona Imperiale di Stato viene indossata dalla Regina Elisabetta negli eventi di corte ed è immancabile che ad una certa se la tolga per poggiarla su di un cuscino di rosso velluto visto la sua pesantezza: 1360.78 grammi!

Gira il detto che dopo aver vissuto episodi violenti lo Spinello si sia caricato di energia funesta venendo così etichettato come maledetto ma il longevo regno della Regina Elisabetta pare proprio che lo smentisca.

Lascia un commento