Al momento stai visualizzando L’Agata muschiata la pietra dell’abbondanza

L’Agata muschiata la pietra dell’abbondanza

  • Autore dell'articolo:
  • Categoria dell'articolo:Pietre
  • Commenti dell'articolo:0 Commenti

Abbiamo già parlato dell’Agata un po’ in generale, famiglia dei quarzi, gruppo calcedonio, oggi vi voglio parlare dell’Agata muschiata, una pietra che affascina per i suoi giochi di colore. Si presenta prevalentemente trasparente con dei disegni interni che somigliano a del muschio imprigionato all’interno. In realtà sono inclusioni di minerali come manganese e ferro che formano questi cespugli colorati oppure Orneblenda o Clorite verde e che in trasparenza a volte sembrano paesaggi boschivi. Infatti il colore di queste inclusioni sono più di frequente verde scuro ma si possono trovare anche blu o arancio-marrone. In alcuni casi si trova su fondo latteo ramificazioni verdi e in questo caso viene anche definita “Agata arborea”.

Nel passato troviamo delle scaramanzie legate all’agricoltura che vede proprio questa pietra usata come talismano per favorire un abbondante raccolto. Proprio perché simile ad un minerale che racchiude muschi e licheni viene spesso associato alla natura e a tutto ciò che di favorevole ci può venire da essa. Viene conosciuta anche come “pietra del parto” poiché in passato le ostetriche la tenevano durante i parti per favorirli.

Tra i Romani veniva usata come talismano per tornare dalle guerre vittoriosi e salvi a casa.

L’Agata muschiata ci permette di connetterci col mondo naturale sia fisicamente che spiritualmente, imprimendoci l’entusiasmo giovanile della scoperta e per questo è un’ottima pietra che ci accompagna nei cambiamenti importanti della nostra vita. È una pietra che ci apre le porte e ci spiana la strada rafforzando la nostra decisione e per questo non va bene a quelle persone che si lamentano della loro situazione ma in realtà crogiolano nel loro brodo e non hanno intenzione di fare niente per migliorare.

Chi vuole aprire un’attività o è già imprenditore si accompagna bene con l’Agata muschiata perché le sue basse frequenze Hz aiutano ad equilibrare qualsiasi disarmonia stimolando forza, determinazione, capacità di analisi e chiarezza di pensiero. In più attira l’abbondanza in qualsiasi settore.

In Cristalloterapia assiste nelle guarigioni poiché fortifica il sistema immunitario ma ha soprattutto un’azione incisiva sul sistema linfatico.

Una pietra così è estremamente utile negli anni che stiamo vivendo, allora vediamo come possiamo indossarla:

  1. Come pendente all’altezza del cuore per attirare l’amore;
  2. Come anello all’anulare sinistro per fortificare le intolleranze;
  3. Come decorazione di una cintura per armonizzare la sfera emotiva;
  4. Come elisir sulle affezioni della pelle;
  5. Per meditarci e connettersi alle vite passate;
  6. Sul luogo di lavoro per favorire la produttività.

È una pietra che ha bisogno di essere purificata perché protegge dalle negatività come ogni Agata, lasciarla sotto l’acqua corrente due o tre minuti è più che sufficiente.

Uno dei giacimenti più famosi per l’Agata è quello dell’Idar-Oberstein, in Renania-Palatinato, dove viene raccolta fin dal 1548. Altri vasti giacimenti nello specifico di Agata muschiata sono presenti in India e Brasile. Quello della Germania è quasi del tutto esaurito. Il primo giacimento utilizzato dagli antichi Greci è in Sicilia meridionale, infatti il suo nome deriva dal fiume Siciliano Akhates.

Lascia un commento