Al momento stai visualizzando Le spille nella storia

Le spille nella storia

Le spille hanno una storia antichissima: molti degli esempi si trovano nei musei archeologici dell’età del bronzo per poi proseguire in civiltà varie come quella greca, romana, egizia, bizantina.

Spilla antica orientale

La funzione della spilla è stata al centro di un processo evolutivo, superando diversi momenti in cui sembrava ormai obsoleta o dimenticata, per ritornare infine in grande auge negli ultimi anni grazie all’interesse delle nuove generazioni.

Le spille non sono soltanto un semplice accessorio estetico, ma sempre più spesso vengono utilizzate come strumento di identificazione sociale. È in grado di esprimere un’ampia gamma di valori come l’appartenenza a una categoria specifica, ad un principio o l’attaccamento a un Paese di origine, associazioni come gli scout o politiche e dalle persone che difendono cause sociali.

L’uso delle spille risalgono alla preistoria per utilizzo funzionale di chiudere o sorreggere i vestiti. Spille rudimentali, realizzate in pietra o attraverso l’intreccio di spine di piante. Con i cretesi le spille assunsero anche un ruolo ornamentale. Oro, argento, avorio e pietre incominciano a essere utilizzate per decorare questo oggetto semplicissimo ma molto utile.

Con i romani le spille venivano usate con la doppia finalità di oggetto funzionale e ornamentale, servivano sia a tenere ferma la toga sia per segnalare uno status sociale agiato e l’appartenenza a un ceto sociale privilegiato. È dalla gioielleria orientale che provengono le migliori influenze per il gusto della decorazione piene di dettagli grafici che rendono ogni unità un oggetto unico.

Fu durante il Medioevo, con la condanna dell’ostentazione e l’esaltazione della modestia e della carità che ogni ornamento perde improvvisamente valore e così l’uso delle spille. Il ritorno in auge avvenne nel XIX secolo, quando lo statunitense Walter Hunt inventò la prima spilla con meccanismo di chiusura.  L’evoluzione del settore industriale permise di cominciare a produrre in massa le nuove spille. Tigri, fenici, insetti, ritratti di donna, foglie, rose, tulipani, mazzi di fiori, nastri, fiocchi, teschi queste e altre mille sono le forme che i maestri dei marchi di gioielli più importanti hanno dato alle loro creazioni, sfidando i limiti delle tecniche orafe come il cesello, lo sbalzo, la filigrana, con pietre in taglio cabochon, corallo e perle, o scomponibili in orecchini e clips.

Nonostante la sua diffusione che le rese più accessibili a qualsiasi classe sociale rimase anche un segno eleganza di nicchia. Tra le amanti delle spille vi era la regina Vittoria, il giorno prima delle nozze ricevette in dono dal Principe Alberto una spilla con un grande Zaffiro oblungo circondato da dodici diamanti. La regina la appuntò nella parte posteriore dell’abito e chiese che venisse inclusa tra i gioielli della Corona. Per la regina Vittoria le spille erano un accessorio indispensabile al punto che le indossava anche in periodi di lutto. Un’altra amante delle spille è la Regina d’Inghilterra Elisabetta II che sfoggia in ogni occasione ufficiale per abbellire i suoi completi e si dice che abbia una collezione non indifferente e di valore. Con i “ruggenti” anni ’20 nacque il vero e proprio design delle spille da abito, molti marchi famosi ne fecero un accessorio alla portata un po’ di tutti.

Oggi vengono utilizzate sui cappotti, zaini, borse, magliette, cappellini e qualsiasi tipo di indumento per esprimere i propri interessi. Il galateo imporrebbe che la spilla sia fissata al lato sinistro del capo, non dimenticandoci mai, però, che la funzione di ogni spilla è quella di illuminare e donare un punto luce alla persona che la indossa; per questo la sua scelta deve essere sempre in funzione del look. Ad esempio, la dimensione dovrà essere proporzionata al bavero della giacca, su abiti a fantasia è preferibile indossare spille dalle forme e dai colori più sobri, su vestiti scuri assoluta libertà con sfoggio anche di pietre come Diamanti, Smeraldi, Rubini.

Il ruolo sociale delle spille è riemerso con forza anche in tempi attuali, nella recente guerra tra Russia e Ucraina, quando le sorelle Katerina e Ksenia Litvinenko hanno iniziato a realizzare spille per raccogliere fondi per i bambini ucraini. Anche l’attore inglese Benedict Cumberbatch e Kate Middleton, le hanno utilizzate per mostrare pubblicamente il loro sostegno all’Ucraina durante apparizioni pubbliche ufficiali.

Questo articolo ha 2 commenti.

  1. These are really great ideas in concerning blogging.
    You have touched some pleasant things here. Any way keep up
    wrinting.

Lascia un commento